Cunnilingus, come leccare la figa e farla venire

Volete far venire una donna? Praticatele il cunniligus! Ma come si fa a leccare la figa in modo perfetto? Non sempre leccarla vuol dire orgasmo sicuro per lei, bisogna sapere dove stimolare

0
leccare la figa Cunnilingus

Alzi la mano chi vuole far godere la propria donna. Il modo migliore sulla carta è il cunnilingus, ovvero il leccare la figa fino a farla venire di piacere. Per raggiungere lo scopo, il modo migliore è quello di dedicarsi leccare in maniera assidua. Per molti uomini, però, l’impresa è veramente titanica. Sono in tanti che credono di gettarsi sulla vagina e leccano a caso, convinti che lei raggiunga sicuramente l’orgasmo.

Cunnilingus, come leccare la figa per bene

Prima di tutto, non bisogna buttarsi a capofitto con la testa tra le gambe della donna, bensì si deve iniziare dai preliminari. Si comincia baciandole un piede, poi si prosegue lungo la gamba, lentamente, per poi arrivare alla vagina. Qui inizia il bello: non bisogna leccarla subito, ma passarci sopra le labbra e la punta della lingua, in modo da giocherellare un po’.

Il respiro caldo e i baci sull’inguine e nell’interno della coscia possono eccitarla moltissimo, tanto da farla bagnare e farla sentire desiderata e vogliosa. Le femmine sono molto sensibili: se si è indelicati e ci si fionda direttamente sulla vagina si rischia di irritarle e di farle del male. Il cunnilingus è un’arte, bisogna osservare certe regole per leccare la figa.

Altro trucco per farla venire prima: apprezzare la sua vagina. Tante donne hanno il timore di avere la figa brutta o altro. Dicendole che ha una bella forma, un buon odore o un buon sapore, lei si potrà rilassare e concentrarsi solo su una cosa: il sesso e i momenti di estremo godimento!

Cunnilingus, alcune dritte

Quando sarà rilassata, iniziarle a leccare la figa partendo dalle labbra esterne, facendo movimenti lunghi e morbidi. Bisogna armarsi si tanta pazienza, perché le donne sono come un diesel. Si può aumentare il ritmo con la lingua solo se è sufficientemente eccitata.  A questo punto, ci si deve spostare sul clitoride. E’ d’obbligo sfiorarlo delicatamente, aumentando la pressione in maniera graduale. Il tocco la farà letteralmente impazzire.

Ci saranno movimenti che la stimoleranno di più, altri di meno. Trovato il ritmo, bisogna praticare il cunnilingus per tutto il tempo. Mentre ci si dedica a leccare la figa, meglio toccarle il corpo con le mani: seno, cosce e collo sono le zone erogene più sensibili mentre le si lecca la vagina. Un consiglio? Ficcatele la lingua bella dura dentro: è importante che sia rigida, altrimenti si ammoscerà in un secondo.

LASCIA UN COMMENTO

5 × 5 =