Papà è ritornato a casa prima e ha voluto che lo spompinassi

0
racconto erotico padre e figlia

Ho sempre saputo che mio padre fosse un gran porco, sapevo che tradiva mia madre da diverso tempo, ha perfino scopato con quella troia di mia zia, una volta li ho visti mentre lei stava a pecorina sulla lavatrice e lui da dietro se la sbatteva nel culo.

Quella scena mi ha fatto indignare ma allo stesso tempo eccitare, così ho iniziato a pensare, non so nemmeno io perché, come sarebbe potuto essere un incontro sessuale incestuoso con mio padre.

Non mi sono mai preoccupata di quei pensieri, erano solo fantasie che non si sarebbero mai avverate o almeno così credevo.

Una sera mio padre tornò a casa un po’ brillo, aveva passato la serata con gli amici al bar, mia madre era fuori per lavoro per il fine settimana ed io, ormai maggiorenne, non avevo bisogno di compagnia.

Mio padre entrò a casa, si vedeva che non era propriamente in sé, io ero stesa sul divano con indosso una vestina molto piccola che faceva vedere il mio intimo, non pensavo rincasasse così presto.

Mi ha guardato con un sorriso malizioso, poi si è seduto vicino e mi ha toccato la coscia, mi ha detto che voleva solo vedere il mio intimo, glielo mostrato, poi ho notato che il cazzo nei pantaloni si stava gonfiando, mi sono venute in mente quelle fantasie.

Con mia grande sorpresa, o forse no, mio padre ha tirato fuori il cazzo e mi ha chiesto se volessi soddisfarlo, non so cosa mi è successo, mi sono bagnata subito e l’ho preso in bocca, gli ho fatto un bel pompino, il cazzo era diventato durissimo.

Lui stava seduto, così gli sono montata sopra, ho scostato le mutandine e l’ho preso nella figa, l’ho cavalcato mentre lui dava colpi da sotto e mi schiaffeggiava il culo, quanto mi è piaciuto.

Abbiamo scopato per una buona mezz’ora, lui è diventato più audace e mi ha sfondato il culo, il sesso anale è sempre stato il mio preferito, abbiamo concluso con una sborrata proprio nel culo, poi si è rivestito ed è andato via e non ne abbiamo più parlato, ma io passo le sere a masturbarmi ripensadoci.

LASCIA UN COMMENTO

due × 4 =